#Project Unbreakable

Mi è capitato per caso di imbattermi in un articolo on line sul sito di Vanity Fair, uno dei miei giornali preferiti. L’articolo si chiama: “Zitta e tieni le gambe aperte” ed è molto chiaro sul delicato argomento che vuole trattare.

Questo è il link: http://www.vanityfair.it/news/mondo/14/11/11/project-unbrakable-ragazze-violentate-messagi?utm_source=facebook&utm_medium=marketing&utm_campaign=vanityfair#gallery=22720-1

Mi ha portata alla conoscenza di un progetto, #Project Unbreakable, partito da una donna americana.

Si tratta di una raccolta di foto mandate dalle numerosissime vittime di abusi di violenze sessuali. Le sopravvissute/ sopravvissuti si fanno ritrarre in foto con un cartello davanti, in cui ci sono scritte le parole che ha pronunciato il predatore al momento della violenza. Altre ancora riportano le parole di amici/parenti increduli della loro storia, accusandole di essersi inventate tutto.

tumblr_ndssd5QI1p1r65rllo1_500

Alcune frasi sono davvero molto forti, e mettono rabbia. Rabbia perchè non si è libere/i di girare senza avere paura di un abbordaggio da parte di sconosciuti. Ma la cosa che più mi ha stupita è che spesso ad abusare sono persone che si trovano sotto il nostro stesso tetto, persone che dovrebbero essere dei riferimenti ed invece diventano un mostro.

Bisogna combattere affinchè i predatori vengano presi, e la paghino. Non ci deve essere alcuna misericordia per loro.

E se vi interessa vi consiglio di visitare anche il sito: http://project-unbreakable.org/

Troverete senza dubbio più materiale per documentarsi, e la voglia di agire. Sì, bisogna alzarsi in piedi e reagire, aggregarsi ed aiutarsi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...